Le tabelline! • GiocaGiocaGioca

Le tabelline!


Quando ci sono di mezzo conti e conticini la mia testa va in tilt..
Alla domanda :< Ma quanto fa questo per quello?> mi si bloccano le sinapsi!
Diciamolo… non sono mai stata portata per la matematica!

Ma non solo io! Le tabelline sono un cruccio un po’ per tutti!
Rovistiamo nei cassetti della memoria ogni volta che dobbiamo fare un calcolo a mente.
E ricordiamo quei lontani giorni della scuola elementare in cui per la prima volta abbiamo dovuto imparare le tabelline.

Con la maestra Sandra ci siamo chieste: <Come avvicinare in modo giocoso i bambini a questo nuovo compito?>

Molte brave insegnanti inventano filastrocche, rime per ogni risposta e canzoncine.
Ma quanta memoria ci vuole per imparare tutto?

La maestra Sandra ci ha pensato a lungo ed ecco cosa ci scrive:
< La mia esperienza mi ha reso cosciente che non tutti i bambini hanno la stessa memoria a lungo termine, quindi non tutti hanno lo stesso modo di organizzare le conoscenze in modo permanente e duraturo.
Molte ricerche hanno dimostrato che le esperienze visive fatte da bambini si “riattivano” da adulti. 
Ecco perché personalmente ritengo sia utile lavorare sui numeri: se prendiamo un numero e lo trasformiamo, facendolo diventare un personaggio con caratteristiche ben definite, che seguono le regole matematiche alla base delle tabelline, riusciremo a focalizzare l’attenzione attiva dei bambini su qualcosa di giocoso e divertente.
Questo stimolerà il loro interesse, creerà delle associazioni logiche che aiuteranno la loro memoria, li farà affezionare al “personaggio numero”.
Il signor Uno, il signor Cinque diventeranno quelle fotografie che ognuno di loro metterà nei cassetti della memoria da aprire al momento della fatidica domanda <Ma quanto fa questo per quello…?>

Io non potevo che essere d’accordo con la maestra Sandra!
Così mi sono messa subito al lavoro ed ho inventato per voi i primi 4 numeri, corrispondenti alle 4 tabelline più semplici: quella dello zero, dell’uno, del due e del cinque (sicuramente molti di voi stanno anche lavorando sull’orologio e questa può esservi utile).
Li ho disegnati in formato A5, con la tabellina completa a fronte, così che possiate ritagliarli, farli colorare ed incollare sul quadernone.Trovate qui i file da scaricare:
tabellina 0-1
tabellina 2-5
Condividete la teoria di Sandra?
Vi saranno utili questi personaggi?Scrivetemi i vostri commenti!

I’m sorry, this post is just for Italian teachers.


Articoli correlati:

La piramide del movimento
Save the date #2
Giochi estivi stampabili gratis
Il teatrino delle ombre : Cappuccetto Rosso

17 Comments

  1. Sono nel bel mezzo dell'avventura delle tabelline. Ho trovato geniale questi disegni con mini storie associate.Li fotocopio e li utilizzerò all'istante! La fantasia non è mai troppa per lasciare il segno nella mente e nel cuore dei bambini… Grazie Giuliana!

  2. Grazie a te per questo MERAVIGLIOSO messaggio Giusi!!!Buon lavoro!

  3. li hai per le altre tabelline

  4. Antonella Muci says:

    Grazie, davvero di cuore … cercavo un modo allegro e simpatico per introdurre le tabelline e i tuoi personaggi sono davvero accattivanti … dappertutto si trovano filastrocche così lunghe che a farle memorizzare renderebbero ancora più faticoso il lavoro dei bambini … invece queste piccole storie, sono sicura, conquisteranno i miei piccoli alunni … Buon lavoro … per tutto ciò che di bello saprai ancora creare.

  5. Grazie a te Antonella per questo bellissimo commento!Il merito grosso delle idee di queste attività va alla mia amica maestra, la Sandra, che è sempre molto creativa nella didattica!Buon lavoro a te e ai tuoi alunni! A presto

  6. Pingback: Un gadget per l'estate! • GiocaGiocaGioca

  7. Ciao maestra Sandra !
    Il tuo lavoro sulle tabelline e’ molto bello !! Ho visto tutte le storielle associate ai singoli numeri ma non riesco a trovare quella dell’8 e del 9 .

  8. GRAZIE MIILE!!

  9. non mi sono piaciuti proprio

  10. Ciao Giuliana
    complimenti ottima idea
    ti chiedo : hai anche le tabelline del 4 e del 6?
    Grazie ancora

Lascia il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *